Flogging Molly – May the Living be Dead (in our wake) – Traduzione

Canzone e testo originale

Disse di chiamarsi Marie
E di venire dalle sponde del Lee*
Aveva gli occhi più belli che abbiano visto i miei
E i suoi capelli ondeggiavano al ritmo della marea
Quando i nostri cuori venivano portati via dal mare

Era stata mandata a me dal paradiso?
Il suo respiro era puro come il whiskey e mi innamorai
Ma ora la musica è cambiata
E rido anche se piango a dirotto*
Dimmi perché nessuno sta ascoltando
Non c’è nient’altro da dire?
In un mondo così spietato
Diventi importante per me ogni giorno di più
E allora che i vivi siano morti durante la nostra veglia

In una fredda notte d’inverno le stelle si nascondevano dietro le nuvole
E nel profondo della nostra anima ringraziavamo Cristo di essere vivi
I nostri spiriti bruciavano per la fiamma dell’amore a prima vista
Finché la nuova alba giunse con una novità
“Danzerai con me ora, figlio del paradiso”, cantava il pagliaccio
Non abbiamo nulla da perdere se non le tue ali e la mia tristezza
Là, oltre le colline, dove le valli riecheggeranno della musica sincera del nostro amore

Dimmi perché nessuno sta ascoltando
Non c’è nient’altro da dire?
In un mondo così spietato
Diventi importante per me ogni giorno di più
E allora che i vivi siano morti durante la nostra veglia

Ma il sole dell’estate si sta dissolvendo ora
Presto me ne sarò andato via con le foglie
Sarai forte quando caleranno le ombre del vuoto
O il tuo cuore spezzato cadrà sotto ai colpi della tempesta
O ti lascerai le ululanti burrasche dietro le spalle come i giorni passati?

Era stata mandata a me dal paradiso?
Il suo respiro era puro come il whiskey e mi innamorai
Ma ora la musica è cambiata
E rido anche se piango a dirotto

Dimmi perché nessuno sta ascoltando
Non c’è nient’altro da dire?
In un mondo così spietato
Diventi importante per me ogni giorno di più
E allora che i vivi siano morti durante la nostra veglia (x2)



*Il fiume Lee qui nominato molto probabilmente è il fiume che scorre nella città irlandese di Cork.

**Ho preferito la dizione “was” tramandata da alcuni siti di testi musicali invece di altre tradizioni che indicano invece “watch” o “wash” perché la strofa nel complesso ha più senso. Purtroppo nei canali ufficiali dei Flogging Molly non v’è una sezione dedicata ai testi, perciò la mia scelta è arbitraria.

Annunci
Pubblicato in flogging molly, Folk Punk, irlanda, Traduzioni | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Flogging Molly – What’s left of the flag – Traduzione

Testo originale e Video musicale

I suoi occhi si chiusero
E il suo ultimo respiro esalò
Aveva visto tutto quello che c’era da vedere
Un vita una volta piena
Ora è un vaso vuoto
E i fiori avvizziscono sulla sua tomba prematura

Andate ragazzi, andate
E all’alba saremo liberi
Asciugate quelle lacrime preziose
Dal viso della vostra amata madre
E issate ciò che resta della bandiera per me

Poi le perle del rosario
andarono in pezzi quando si sparsero una per una sul pavimento
vestiti a lutto dovemmo rendere omaggio
al colore che eravamo destinati a piangere

Andate ragazzi, andate
E all’alba saremo liberi
Asciugate quelle lacrime preziose
Dal viso della vostra amata madre
E issate ciò che resta della bandiera per me

Al suo posto [della tomba, ndt] si aprì una ferita incacrenita
piena di odio e rimorso
dove io gratto fino alla carne viva
che si fonde al silenzioso livore che ora mi riempie i polmoni
perché ci sono tanti modi per uccidere un uomo, dicono
con una baionetta, un’ascia o una spada
ma amico, un proiettile sparato da una maschera senza volto
riesce a caricare un mitra

Andate ragazzi, andate
E all’alba saremo liberi
asciugate quelle lacrime preziose
Dal viso della vostra amata madre
e issate ciò che resta della bandiera per me

Dall’est fino alla costa ovest
Dove tanti e tanti uomini cadranno ancora
Però nessun angelo vola con me stanotte
Anche se la libertà regna sovrana
E maledico il nome che ha schiavizzato i nostri giorni
A tal punto che ogni uomo scelse l’aldilà

Ma sicuro come la notte che diventa giorno
È in scena la Via Crucis
O mio Dio, cos’hanno fatto con la rabbia di un folle?
Beh, ci hanno scavato la fossa
Ma i morti risorgono, sciocchi

Andate ragazzi, andate
E all’alba saremo liberi
asciugate quelle lacrime preziose
Dal viso della vostra amata madre
e issate ciò che resta della bandiera per me

Andate ragazzi, andate
E all’alba saremo liberi
asciugate quelle lacrime preziose
alla vostra amata madre
e issate ciò che resta della bandiera per me

Pubblicato in flogging molly, Folk Punk, Traduzioni | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

Flogging Molly – Salty Dog – Traduzione

Testo originale e Canzone

Ti aspetterò finché potrò
Un uomo non può far di più
Non incazzarti
Datti una calmata, non agitarti
Hai bevuto con i demoni dell’inferno
Ancora poco e avrebbero avuto la meglio
Ma gli hai fatto mangiare la polvere
E poi hai vomitato finché non ti sei addormentato

Il grido della banshee squarciava l’aria
“Questi stivali non riempiranno di certo la sua cella”*
Così sei giunto di nascosto su di una barca vuota verso golfo del Messico
Finché Cortez non arrivò proprio quando giungesti anche tu
Con addosso la puzza di un lupo di mare
Dalle ceneri fumanti e bluastre
Dall’inferno a cui appartieni

Anarchia, flagello di tutti i mari
L’Anticristo su di un veliero
Con noi, i tuoi ladri tagliagole
La nave ormai era affondata ed eravamo tutti quasi annegati
Tu eri là sul ponte
Finchè non vennero gli spagnoli a prenderti a calci in culo e a ripescarti dal relitto

Ti hanno messo una corda al collo
Per vederti fare la danza degli impiccati
E poi ti lasciarono ai corvi affamati
Senza sosta ti volteggiavano attorno
Uno ti cavò un occhio con una beccata
E stava già facendo la posta all’altro
Quando tu rabbioso gli urlasti: “Lasciami stare, uccellaccio della malora, devo poter vedere!”

*La banshee è una creatura del folklore irlandese che infesta i cimiteri e le tombe emettendo grida e lamenti altissimi. La cella della banshee sarebbe da intendersi come una tomba, e quindi una metafora per la morte.

Pubblicato in flogging molly, Folk Punk, Traduzioni | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

Flogging Molly – If I ever leave this world alive – Traduzione

Testo originale e Canzone

Se mai lasciassi questo mondo da vivo
Ti ringrazierei per tutto ciò che hai fatto nella mia vita
Se mai lasciassi questo mondo da vivo
Tornerei e starei seduto ai tuoi piedi stanotte
Dovunque io sarò tu sarai sempre più di un semplice ricordo
Se mai lasciassi questo mondo da vivo

Se mai lasciassi questo mondo da vivo
Porterei via tutta la tristezza che mi sono lasciato alle spalle
Se mai lasciassi questo mondo da vivo
La follia che senti presto si placherà
Non piangere
Sarò qui quando tutto andrà storto
Se mai lasciassi questo mondo da vivo

Allora nei momenti di incertezza ti basterà chiamarmi
Prima che tu perda la ragione
Se mai lasciassi questo mondo
Io non ti lascerei mai
Ma se dovesse accadere…

Lei dice “Sto bene, va tutto bene,
Anche se te ne sei andato via dalla mia vita,
Tu avevi detto che sarebbe andato tutto bene,
Ora deve andare tutto bene”

Lei dice “Sto bene, va tutto bene,
Anche se te ne sei andato via dalla mia vita,
Tu avevi detto che sarebbe andato tutto bene,
Ora deve andare tutto bene…
…Sì, andrà tutto bene”

Pubblicato in irlanda, Traduzioni | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Flogging Molly – Drunken Lullabies – Traduzione

Testo in lingua originale e Video musicale

Una vita intera non basterà
A illuminare di nuovo gli occhi accecati dall’odio
500 anni ci hanno spedito tutti all’inferno come una carica di gelignite
Quale salvatore riposerà in pace mentre sulla sua croce noi moriamo e la libertà dimenticata brucia?
Il Pastore ha condotto il suo gregge fuori strada, verso l’intolleranza e la violenza?

Una vita intera non basterà
A illuminare di nuovo gli occhi accecati dall’odio
Perché ci ritroveremo sempre ancora qui, a cantare canzoni da pub

Guardo atterrito mentre gli occhi di Roisin diventano rosso cupo
E il proiettile e il cecchino rimangono nella loro vigliacca e maledetta cella
Dobbiamo patir la fame con le briciole di tanto tempo fa, attraverso sbarre che questi uomini hanno reso d’acciaio?
Non è grandioso l’aver piegato la coscienza ad essere felice nell’uccidere?

Una vita intera non basterà
A illuminare di nuovo gli occhi accecati dall’odio
Perché ci ritroveremo sempre ancora qui, a cantare canzoni da pub

Ma forse è per come ti è stato insegnato
O forse è per come abbiamo lottato
Ma un dolce sorriso sarà sempre bagnato da lacrime amare, perché ogni bacio è un pianto che abbiamo perduto
Anche se nessuno ha più nulla da guadagnarci
Tranne la banshee che infesta i camposanti
Perché ci ritroveremo sempre ancora qui, a cantare canzoni da pub

Mi sono seduto e ho ripensato ai volti passati
Che sembrano sbiadirsi come i ricordi
C’è solo bianco e nero e presto tutto sarà grigio
Ma forse quelle ombre risorgeranno e cammineranno di nuovo
Quando finalmente avremo veramente capito
Quando il fiore sboccerà dal cuore di ciascuno di noi
Una nuova fiamma brillerà

Una vita intera non basterà
A illuminare di nuovo gli occhi accecati dall’odio
Perché ci ritroveremo sempre ancora qui, a cantare canzoni da pub

Perché ci ritroveremo sempre ancora qui, a cantare canzoni da pub.

Pubblicato in Traduzioni | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento